Img_001

Forse in un moto di preveggenza, avevo già in parte affrontato il problema. A riprova di quanto scritto, vorrei soffermarmi su questo articolo segnalatomi da Juhan. Se le informazioni si riveleranno vere, sarà molto probabile che gli utenti tanto affezionati al mondo Windows prendano in seria considerazione di adottare qualche altro Sistema Operativo, visto che la rincorsa alla prestazione ed al virtuosismo grafico (si legga Win8) non sembrano aver sortito i risultati sperati. Molti utenti, decisamente disorientati, cominciano ad essere stufi di dover “inseguire” chimere quali stabilità, velocità, praticità d’uso e prestazioni ottimizzate, tutte promesse tanto sbandierate in fase di lancio dei nuovi S.O. di casa Gates, quanto poi rivelatesi inconsistenti sul piano pratico. E non mi riferisco a chi con il PC ci gioca. In questo caso si può anche mettere in conto di perdere un pò di tempo per familiarizzare con le sempre “nuove” ed “innovative” interfacce desktop. Penso a chi il Sistema Operativo lo usa per lavorare, e che – a seguito di continui avvicendamenti di release tanto diverse tra loro – si trova spaesato, subendo quella strana sensazione di confusione che ha come diretta conseguenza l’enorme perdita di tempo necessaria per rintracciare funzioni prima a portata di mano. Come utente Windows 8.1, ad esempio, non posso esimermi dal far riferimento alla necessità di testare (installando e disinstallando) software di varia natura. Alla fine, onde evitare di perdermi nei meandri di una interfaccia a mio avviso piuttosto confusionaria (soprattutto quando i programmi cominciano a lievitare di numero), ho preferito installare CCleaner e passare da lì per operare in tal senso. Non posso poi dimenticare la difficoltà – almeno in un primo momento – ad abituarmi ad una interfaccia basata quasi esclusivamente sulle icone, ben lungi dal tanto pratico menù a tendine di lontana memoria in cui era più semplice ed immediato rintracciare i software appena installati.

Sarebbe però sbagliato non riconoscere alcuni pregi ai nuovi S.O. di casa Gates. Per quanto mi riguarda, quello più interessante resta la possibilità di mostrare l’estensione dei file e non rischiare – in fase di rinomina dello stesso – di sovrascrivere insieme al nome anche i caratteri di estensione che servono a rendere fruibile il file. Se proprio si vuole variare l’importante “attributo” al documento, è necessario selezionare tutto il nome del file (estensione compresa) e quindi modificarla. Per chi avesse ancora a mente come funzionava WinXP su questo fronte, ricorderà certamente come – ad estensione esplicitata – fosse sempre necessario ridigitarla ad ogni rinomina del file.

Altro pregio di Win8 rispetto alle versioni precedenti del S.O. di casa Gates, sempre a mio avviso, è quello di poter vantare – a parità di prestazioni del PC – una maggior velocità (anche solo apparente… non l’ho misurata scientificamente) anche solo rispetto al suo diretto predecessore. Probabilmente l’essere stato pensato per i Tablet (molti dei quali ancorati al singolo Giga di RAM), ha reso la progettazione più sensibile all’attento uso delle risorse di sistema. Ma, non avendo prove documentali a supporto di quello che affermo, lascio alla Rete commenti ed impressioni a volte decisamente contrastanti.

Ora chissà che Win9 faccia nuovamente “saltare il banco” come ha fatto Win8 stravolgendo del tutto l’interfaccia utente… Sarà una via di mezzo tra i menù visti in Win7 e l’interfaccia grafica di Win8? Ai posteri l’ardua sentenza…

Annunci

Informazioni su openfreeman

Mi chiamo Alberto Giacardi. Laureato in Architettura e con un Dottorato in Ingegneria Edile, passando per un Master in Management del Patrimonio Immobiliare, da sempre sono alla ricerca di software OpenSource o comunque Freeware per la gestione del PC. Ho deciso di firmarmi "OpenFreeMan" fondamentalmente per due motivi: mi sento "Open", ovvero "aperto" al dialogo ed alle critiche nonchè all'«Open»Source. "Free" perchè sono "senza padroni" (o forse semplicemente perchè propugno da tempo immemore l'importanza del «Free»ware, in informatica e nella vita). Credo infatti sia necessario poter permettere a qualsiasi utente, a prescindere dalla sua "alfabetizzazione informatica" o precedente esperienza manuale (fronte bricolage), di approcciarsi ad argomenti di interesse in maniera facile, senza complicazioni e con uno sguardo non irrilevante al portafogli. Sono inoltre un grande appassionato di bricolage, declinato in qualsiasi forma: legno, acciaio, alluminio, cuoio sono gli ingredienti fondamentali di molte mie creazioni e troveranno posto in qualche post all'interno del blog... anche se parleremo molto di più di informatica spiccia!!!

»

  1. juhan ha detto:

    Alberto confessa che ti sei messo d’accordo con Galen Gruman!
    O, ora che ci penso, non vi ho mai visti assieme, lui è te! il tuo alter-ego.
    In ogni caso qui: http://www.infoworld.com/article/2688436/microsoft-windows/windows-9-its-make-or-break-time-for-microsoft.html
    Oppure, Micro$oft pensa troppo ai telefoni?

    • openfreeman ha detto:

      Anche sul fronte telefonia sta facendo sfaceli… nel senso che l’OS per gli smarthphone fa impressione solo a guardarlo… figurati poi ad usarlo… Chi ce l’ha passerà a breve ad Android

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...