Img_001

A seguito dello sfortunato tentativo fatto con MenuetOS (qui il relativo post), oggi sto testando KolibriOS, sempre sul Compaq Presario dal “boot precario” (l’avvio, come già segnalato nel precedente post, può avvenire solo da floppy o da Hard-Disk, visto che il lettore CD non è correttamente funzionante). L’accesso al sistema operativo è rapidissimo (pochi secondi dal caricamento del dischetto) e l’esperienza di utilizzo del software compreso di default nella release risulta totalmente appagante. Nessun tempo di attesa, anche nel caso in cui vi siano più programmi aperti, visto l’impegno di soli 8Mb di RAM che rendono tutto più immediato.

Riporto qui sotto la procedura super-stringata di come ho creato la mia copia di KolibriOS su dischetto:

  1. sul Compaq è attualmente presente una vecchia versione (peraltro lentissima!!!) di Windows XP. Tramite l’unica porta USB presente (purtroppo non utilizzabile in fase di boot), ho trasportato in C:\ l’immagine del SO in versione italiana scaricabile da qui;
  2. avendo preinstallato in Windows il software WinImage, ho potuto;
    1. aprire il file “kolibri.img” (che si trova nella root della cartella a cui io ho dato il nome di “KolibriOS” in fase di dezippaggio), vedendone in chiaro il contenuto;
    2. formattare e copiare l’immagine direttamente sul disco floppy (utilizzando in WinImage 9.0 il menu “Disk” – voce “Format and write disk”).
  3. That’s all Folks! Basta ora settare nel bios del Compaq l’avvio da dischetto (ovviamente avendo inserito il floppy in questione prima di accendere/riavviare il Notebook) e KolibriOS si renderà disponibile come per magia!

Peccato che non sia fattibile – da floppy – poter contare su una suite “simil-Office” che permetta il totale recupero del portatile (apertura file ad estensione .doc, ppt, xls, etc…).

Per questo ci potrebbe essere Slax… ma l’avvio da floppy di questa distribuzione Linux non sono ancora riuscito a capire come possa funzionare… se qualcuno ha qualche idea, il post è aperto a qualsiasi commento.

Annunci

Informazioni su openfreeman

Mi chiamo Alberto Giacardi. Laureato in Architettura e con un Dottorato in Ingegneria Edile, passando per un Master in Management del Patrimonio Immobiliare, da sempre sono alla ricerca di software OpenSource o comunque Freeware per la gestione del PC. Ho deciso di firmarmi "OpenFreeMan" fondamentalmente per due motivi: mi sento "Open", ovvero "aperto" al dialogo ed alle critiche nonchè all'«Open»Source. "Free" perchè sono "senza padroni" (o forse semplicemente perchè propugno da tempo immemore l'importanza del «Free»ware, in informatica e nella vita). Credo infatti sia necessario poter permettere a qualsiasi utente, a prescindere dalla sua "alfabetizzazione informatica" o precedente esperienza manuale (fronte bricolage), di approcciarsi ad argomenti di interesse in maniera facile, senza complicazioni e con uno sguardo non irrilevante al portafogli. Sono inoltre un grande appassionato di bricolage, declinato in qualsiasi forma: legno, acciaio, alluminio, cuoio sono gli ingredienti fondamentali di molte mie creazioni e troveranno posto in qualche post all'interno del blog... anche se parleremo molto di più di informatica spiccia!!!

»

  1. […] KolibriOS da Floppy: anche i PC preistorici possono provare Linux ::: OpenFreeMan […]

  2. Rocco Scannabue ha detto:

    (Tranne per il fatto che nè Kolibri nè Menuet non sono Linux)

  3. Rocco Scannabue ha detto:

    sed ‘s/non//’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...